EDIZIONE 2019

Per la prima volta, nel 2019, il concorso è stato aperto, oltre alla Sicilia, alle regioni del Sud Italia: Basilicata, Calabria, Campania e Puglia. La giuria di esperti internazionali che ha valutato i vini era composta da:

Stephen Brook

Decanter, World of Fine Wine

Daniele Cernilli

Doctor Wine

Enrico Donati

Veni Vidi Vini

Elizabeth Gabay

Master of Wine

Federico Latteri

Cronache di Gusto

André Ribeirinho

Founder and CEO Adegga

Eleonora Scholes

spaziovino.com

Categorie 2019

Etna Doc Bianco

1° CLASSIFICATO
Etna Doc Bianco n’Ettaro 2018 – Masseria Setteporte

Un bianco buonissimo e completo che unisce la freschezza della montagna, la mineralità vulcanica e la solarità dei versanti meridionali dell’Etna.
Bere da ora al 2026

2° CLASSIFICATO
Etna Doc Bianco 2018 – Travaglianti

Vivo, piacevole, rinfrescante, è un bianco prodotto da una giovanissima azienda che siamo sicuri ci riserverà sorprese in futuro.
Bere da ora al 2025

3° CLASSIFICATO
Etna Doc Bianco Superiore Affiu 2018 – Eredi Di Maio

Vibrante, verticale e scattante, ma anche intenso e consistente. Viene prodotto da vecchie vigne situate a Milo, zona di grande pregio dei vini bianchi etnei.
Bere da ora al 2028

Etna Doc Rosso

1°  CLASSIFICATO
Etna Doc Rosso Badalarc’ 2015 – Spuches

Da Contrada Rampante a Solicchiata, una delle aree di pregio del versante nord, un rosso che colpisce per freschezza ed equilibrio, trovando nella balsamicità un tratto distintivo particolarmente affascinante.
Bere da ora al 2025.

2° CLASSIFICATO
Etna Doc Rosso Riserva Zottorinoto 2015 – Cottanera

Complessità e raffinatezza tannica caratterizzano questa Riserva. Sia al naso che al palato esprime ampiezza e completezza non comuni.
Bere da ora al 2028.

3° CLASSIFICATO
Etna Doc Rosso Piano dei Daini 2016

Armonioso, vivo, con note fruttate e sentori lavici in evidenza, è un rosso snello, di grande piacevolezza che rispecchia molto bene il territorio di provenienza.
Bere da ora al 2025.

Vini rossi siciliani da Nero d’Avola (Sicilia Doc e altre Doc)

1° CLASSIFICATO
Eloro Doc Fontanelle 2014 – Curto

Proviene dall’estremo sud-est della Sicilia, la culla del Nero d’Avola. Intenso e mediterraneo, è un rosso di grande carattere che ci fa capire le potenzialità di vitigno e terroir.
Bere da ora al 2026.

2° CLASSIFICATO
Sicilia Doc Nero d’Avola Donnatà 2018 – Alessandro di Camporeale

Varietale, spontaneo e immediato, è una versione di Nero d’Avola facile da bere che colpisce per freschezza, intensità di frutto e dinamicità.
Bere da ora al 2024.

3° CLASSIFICATO
Sicilia Doc Nero d’Avola Azhar 2017 – Summanera

Grande presenza di frutto con la prugna in evidenza, una delicata speziatura e un sorso morbido ci trasmettono la solarità e la ricchezza aromatica della Sicilia.
Bere da ora al 2023.

Sicilia Doc Grillo e Sicilia Doc Catarratto

1° CLASSIFICATO
Sicilia Doc Grillo Lalùci 2018 – Baglio del Cristo di Campobello

Freschezza, finezza aromatica e lunghezza: dai terreni gessosi di Campobello di Licata, in provincia di Agrigento, arriva uno dei bianchi siciliani di maggior successo.
Bere da ora al 2025.

2° CLASSIFICATO
Sicilia Doc Grillo Vigna di Mandranova 2018 – Alessandro di Camporeale

Si distingue per il variegato bouquet di fiori di campo e agrumi che precede un sorso equilibrato lungo e sapido.
Bere da ora al 2026.

3° CLASSIFICATO
Sicilia Doc Grillo Timpa 2018 – Feudo Montoni

Delicato, elegante e molto ben bilanciato. Esprime la tipicità del grillo coltivato nelle colline dell’entroterra siciliano.
Bere da ora al 2026

Altri vini rossi siciliani Doc e Docg (varie denominazioni – solo vini prodotti da vitigni autoctoni o blend con autoctoni)

1° CLASSIFICATO
Faro Doc Oblì 2015 – Tenuta Enza La Fauci

Grande personalità. Complesso, fine, marino e mediterraneo, va assaporato lentamente per coglierne tutte le sfumature. Da una piccolissima Doc, poche bottiglie che vale la pena cercare.
Bere da ora al 2028.

2° CLASSIFICATO
Cerasuolo di Vittoria Docg Classico Poggio di Bortolone 2017 – Poggio di Bortolone

Da uno dei migliori interpreti della tipologia, un rosso fruttato, succoso, persistente e appagante.
Bere da ora al 2026.

3° CLASSIFICATO
Cerasuolo di Vittoria Docg 2016 – Tenuta Bastonaca

Croccantezza di frutto, cenni floreali che si alternano a note speziate e delicatezza tannica, sono i tratti distintivi di questo piacevolissimo rosso.
Bere da ora al 2023.

Altri vini bianchi siciliani Doc (varie denominazioni – solo vini prodotti da vitigni autoctoni o blend con autoctoni)

1° CLASSIFICATO
Sicilia Doc Zibibbo Rajah 2018 – Gorghi Tondi

Intensamente aromatico, ammaliante con i suoi profumi di petali di rosa, gelsomino e frutta esotica, è lo zibibbo secco della Sicilia Occidentale, un bianco rinfrescante e appagante allo stesso tempo.
Bere da ora al 2022.

2° CLASSIFICATO
Sicilia Doc Insolia 2018 – Feudo Principi di Butera

Esprime in modo pulito e ordinato le note di frutta gialla mature e la sapidità tipiche di questa antica varietà siciliana a bacca bianca.
Bere da ora al 2021.

3° CLASSIFICATO
Monreale Doc Catarratto Lu Bancu 2018 – Feudo Disisa

Dritto, dinamico e molto lungo, mostra un profilo fresco, sia nei profumi che al palato. Un bianco che non stanca mai.
Bere da ora al 2025.

Taurasi Docg

1° CLASSIFICATO
Taurasi Docg Riserva Vigna Cinque Querce 2011 – Salvatore Molettieri
E’ un rosso scuro e profondo di incredibile forza ed energia. Ricco, potente, ampio, mostra buona freschezza, tannini robusti, fitti e vellutati e una persistenza quasi infinita. Completezza e armonia.
Bere da ora al 2032

2° CLASSIFICATO
Taurasi Docg Vigna Cinque Querce 2012 – Salvatore Molettieri
Complesso, maturo, speziato, caldo, intenso e rifinito nella parte tannica. È l’ennesimo gioiello di un’azienda capace di esprimere costantemente qualità.
Bere da ora al 2029

3° CLASSIFICATO
Taurasi Docg 2014 – Macchie S. Maria
Ciliegia, tabacco e sottobosco, precedono un palato che combina una viva acidità con un’ottima consistenza e una decisa forza tannica. Un Taurasi equilibrato e ben articolato.
Bere da ora al 2027

Greco di Tufo Docg

1° CLASSIFICATO
Greco di Tufo Docg Giallo D’Arles 2018 – Quintodecimo
E’ un fuoriclasse in grado di esprimere pulizia e precisione come pochissimi altri bianchi della tipologia. Da provare assolutamente per capirne il valore e le potenzialità.
Bere da ora al 2028

2° CLASSIFICATO
Greco di Tufo Docg 2018 – San Paolo Claudio Quarta
Fine, intensamente floreale e delicatamente fruttato, ci offre un sorso nel quale l’evidente freschezza bilancia la consistenza. Piacevole e versatile.
Bere da ora al 2025

3° CLASSIFICATO
Greco di Tufo Docg  Terre degli Angeli 2018 – Terredora

Profumi di mela bianca, cenni vegetali e un tocco sulfureo, precedono un palato intrigante giocato tra la morbidezza e la rinfrescante acidità.
Bere da ora al 2025

Fiano di Avellino Docg

1° CLASSIFICATO
Fiano di Avellino Docg Contrada Sant’Aniello 2014 – Vigne Guadagno
Un bianco completo che è in grado di mostrarci la ricchezza aromatica del vitigno con una notevole complessità che si è sviluppata grazie agli anni trascorsi. Non mancano freschezza, slancio e lunghezza per un sorso buono e appagante.
Bere da ora al 2024

2° CLASSIFICATO
Fiano di Avellino Docg Ex Cinere Resurgo 2018 – Terredora
Da alcune delle aree più vocate della denominazione, un vino che sa di fiori e frutta matura affiancati da note agrumate e richiami mielati. Gusto pieno e ottima persistenza.
Bere da ora al 2026

3° CLASSIFICATO
Fiano di Avellino Docg 2018 – Vesevo
Fresco e fine, ma nello stesso tempo ampio e intenso, si distingue per i netti aromi di frutta a polpa gialla, arricchiti da note di nocciola e cenni floreali. Ottima la bevibilità.
Bere da ora al 2025

Aglianico del Vulture Doc e Aglianico del Vulture Superiore Docg

1° CLASSIFICATO
Aglianico del Vulture Superiore Docg Da Ginestra 2015 – Grifalco
Fine e complesso al naso con frutta rossa, un lieve cenno floreale, sentori minerali che ricordano il ferro e un tocco balsamico. Il sorso presenta una struttura notevole che viene ben snellita dall’evidente acidità con una progressione che termina in un finale lungo e leggermente sapido.
Bere da ora al 2033

2° CLASSIFICATO
Aglianico del Vulture Doc Titolo 2017 – Elena Fucci
Intenso, profondo, complesso, minerale e leggermente balsamico, si caratterizza per definizione aromatica, energia, completezza e incisività del sorso.
Bere dal 2021 al 2034

3° CLASSIFICATO
Aglianico del Vulture Doc Grifalco 2017 – Grifalco
E’ un rosso che riesce a coniugare perfettamente struttura, territorio e piacevolezza. Intrigante il suo profilo speziato e affumicato.
Bere da ora al 2028

Vini rossi pugliesi a base di Primitivo

1° CLASSIFICATO
Es Red 2015 – Gianfranco Fino
Un rosso straordinario, totale, multidimensionale. E’ il vino che ha ottenuto in maniera netta il punteggio più alto di tutto il concorso. Complessità, avvolgenza, precisione e un gusto variegato e stratificato ci mostrano chiaramente le grandi potenzialità di vitigno e territorio. Vi consigliamo di cercarlo e trovarlo ad ogni costo.
Bere da ora al 2028

2° CLASSIFICATO
Gioia del Colle Primitivo Doc Chakra 2017 – Giovanni Aiello
Rappresenta l’altra anima del Primitivo, quella della Murgia rocciosa. La ricchezza aromatica e gustativa viene trasmessa con grande eleganza ed è ben bilanciata da freschezza e slancio. Territorio e personalità.
Bere da ora al 2026

3° CLASSIFICATO
Primitivo di Manduria Doc Raccontami 2016 – Vespa
È ricco, fruttato, morbido, rotondo e vellutato. Lo spessore e la potenza della materia prima vengono magistralmente controllati e armonizzati per fornirci una piacevole esperienza sensoriale.
Bere da ora al 2024

Vini rossi pugliesi a base di Negroamaro

1° CLASSIFICATO
Silver Series Vigne Vecchie 2015 – Vigneti del Salento
Esprime l’opulenza e la solarità del Salento con un naso ricco e maturo e un palato strutturato, pieno e persistente che sembra non finire mai.
Bere da ora al 2027

2° CLASSIFICATO
Zacinto 2018 – Masseria Cuturi

Sentori di frutti rossi che si alternano a note speziate, precedono un sorso caldo, rotondo, suadente e ben bilanciato in grado di esaltare tantissimi piatti.
Bere da ora al 2024

3° CLASSIFICATO
Selvamara 2016 – Cantine Due Palme
E’ un rosso dal profilo intenso e maturo, fatto di ciliegie, fichi e spezie dolci. E’ succoso, ruspante e davvero piacevole. Da segnalare l’eccezionale rapporto qualità/prezzo.
Bere da ora al 2023

Vini rosati (tutte le denominazioni di Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Campania e Sardegna)

1° CLASSIFICATO
Etna Doc Rosato 2018 – Travaglianti

Affilato, agile, disteso, è un rosato che si caratterizza per la piacevolezza di beva. Spesso non ci si accorge di aver finito la bottiglia.
Bere da ora al 2021.

2° CLASSIFICATO
Contessa Filomarino 2018 – Tenute Girolamo

Un mosaico di piccoli frutti, cenni floreali e una consistenza ben calibrata per un rosato versatile da bere in ogni momento della giornata.
Bere ora.

3° CLASSIFICATO
Sicilia Doc Rosato Donna Grazia 2018 – Gurrieri

Fresco, croccante, fruttato, ma anche intenso e consistente, esprime con grande equilibrio il gusto e la solarità dell’estremo sud-est della Sicilia.
Bere ora.


Sud Top Wine by Cronachedigusto.it - De Gustibus Italia - P.IVA 05540860821
Copyright © 2019-2021 | Powered EffeGrafica.it

Torna su / To Top